Controllo pneumatici

Tenere gli pneumatici sotto controllo costantemente è importante. Prima di andare in vacanza è buona norma controllare che tutto sia a norma, così da evitare brutte avventure o, nei casi più brutti, anche gravi sinistri

La sicurezza per noi e gli altri:

Un accurato controllo è necessario per garantire la sicurezza sulle strade, la sicurezza tua e di chi viaggia con te.
Le gomme sono l’unico punto di contatto tra le vettura e la strada, eppure vengono costantemente trascurati. Se gli pneumatici risultano sgonfi o parzialmente usurati, possono causare la perdita di controllo del mezzo, con conseguenze che possono risultare fatali.Che si parta per una vacanza o periodicamente, è sempre meglio provvedere a un controllo accurato degli pneumatici presso un centro specializzato nel controllo gomme. Noi verifichiamo con accuratezza le condizioni delle gomme, ci assicuriamo non ci siano consumi anomali. Il controllo avviene soprattutto all’interno della gomma, lato che per chi guida è impossibile da vedere.

Il periodico controllo degli pneumatici auto è assolutamente da farsi, in quanto non esiste una durata garantita per un pneumatico: dipende moltissimo dallo stile di guida e dalla cura che si pone nella sua manutenzione. Ci sono persone che guidano con attenzione, evitando inutili frenate, accelerazioni improvvise, e sterzate effettuate all’ultimo momento. Ci sono guidatori che portano le loro gomme senza preoccuparsene anche ben oltre i 40.000 km e persone che guidano come se fossero ad una gara automobilistica.

Perchè è importante il controllo:

Affinché una gomma svolga adeguatamente la propria funzione, deve in primo luogo essere gonfiata in maniera corretta. E’ importante seguire le indicazioni riportate sul libretto della propria auto o sulla etichetta che viene solitamente posta sul bordo interno delle portiere. Una pressione di gonfiaggio inferiore anche solo del 15% comporta in primo luogo consumi di carburante (e di gomma) più alti e il possibile surriscaldamento della gomma, soprattutto in viaggi lunghi e con macchina carica.

Il battistrada:

Avere un battistrada a norma è fondamentale: lo spessore minimo del battistrada consentito per legge è di 1,6 millimetri, ma di certo è meglio non arrivare mai a questo limite e cambiare le gomme dell’auto già quando si presenta con 3 millimetri di spessore. La profondità del battistrada è ancora più importante nel caso di pioggia. Se è scarsa, non è più in grado di deviare l’acqua da sotto la gomma per garantire la trazione ed innesca l’aquaplaning, ovvero la “planata” sull’acqua della vettura. Si rischia così che la macchina se ne vada per la tangente senza alcuna possibilità di riprenderne il controllo. Gli pneumatici sono sempre dotati di indicatori, ossia delle barre di usura. Queste barre si presentano come strisce di gomma morbida trasversali all’interno del battistrada e diventano visibili quando si raggiunge il punto di usura massimo consentito.

Rivolgersi ai professionisti:

Anche se esistono in commercio pratici ed economici misuratori indicatori della profondità del battistrada, è sempre meglio rivolgersi a dei professionisti. Chi lo fa di mestiere, potrà valutare l’efficacia complessiva dello pneumatico, che è da sostituire anche quando si nota un’usura anomala del battistrada. Se usurato in maniera differente, si riscontrerà la necessità della rotazione delle gomme o della loro equilibratura. Se le gomme si usurano velocemente, è importante che il gommista controlli anche le sospensioni, se no la loro sola sostituzione non avrebbe senso, e il problema non si vedrebbe risolto. Anche un’errata bilanciatura delle gomme può drasticamente ridurre la loro durata. Il nostro consiglio è di ruotare periodicamente i pneumatici dalla parte anteriore a quella posteriore, ovviamente in coppia.

Usare le gomme:

Attenzione, però, le gomme invecchiano anche se non vengono utilizzate spesso! Sarebbe meglio sempre sostituirle dopo sei anni di vita. In secondo luogo, non usate mai gomme fabbricate da più di 10 anni, anche se non hanno evidenti segni di usura del battistrada. La data di produzione del pneumatico è segnata per legge sul fianco dello pneumatico e comprende settimana e anno di produzione. Diffidate quindi da offerte a prezzi clamorosi e rivolgetevi sempre al vostro meccanico di fiducia, o comunque, ad un professionista del settore come lo siamo noi di Toffolicar.

Category: blog Tags:

Comments are closed.